• Da oggi basta una foto al piatto per scoprire la ricetta, con l’intelligenza artificiale

    Oramai la passione per le foto sta dilagando, anche quando si parla di cucina. Così c’è chi fotografa i cibi assaporati a casa o nei locali. È quello che viene definito food porn. Una tendenza per molti poco utile e quindi fine a se stessa. Ma se, scattando una foto ad un piatto che ci piace, riuscissimo ad averne la ricetta, allora sì che avrebbe un senso immortalare le pietanze.

    Ebbene tutto questo è possibile grazie ad un programma che, attraverso l’immagine di un piatto pronto, è capace di individuare la ricetta con un grado di accuratezza del 65%.

    Si chiama Pic2Recipe ed è stato messo a punto da un team di ricerca costituito da studenti di ingegneria elettronica e informatica del noto MIT (Massachusetts Institute of Technology). Come funziona il programma? I ricercatori hanno utilizzato ed esercitato un algoritmo a riconoscere un milione di ricette di siti web di cucina che riportavano la foto della pietanza trattata.

    Ora, quindi, è sufficiente caricare un’immagine sul programma online, affinché Pic2Recipe individui gli ingredienti e poi fornisca un elenco di possibili ricette, suggerendo la più probabile. L’obiettivo del team di ricerca non è solo dare uno strumento per conoscere le ricette: il programma, secondo quanto spiegato da uno degli autori dello studio, Nick Hynes “potrebbe consentire alle persone di analizzare i pasti e stabilire il loro valore o, persino, manipolare le ricette esistenti per renderle più salutari e conformi a certe restrizioni dovute alla dieta”.

    Certo, ancora l’algoritmo compie degli errori nell’azzeccare gli ingredienti poco bene identificabili nella foto o a stabilire il tipo di cottura. Tuttavia i ricercatori stanno cercando di rendere il programma il più preciso possibile. Chissà che in futuro, grazie all’intelligenza artificiale, non sia possibile scattare una foto ad un piatto per sapere quante chilocalorie contenga.

    25 visite
    0 commenti
  • Lascia un tuo commento

    Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.
    Campi obbligatori *